Il labirinto della violenza sulle donne

Il labirinto della violenza sulle donne

Il labirinto
della violenza sulle donne

Un percorso esperienziale per conoscere i segnali della violenza sulle donne

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la violenza sulle donne è un problema di salute pubblica globale e rappresenta uno dei principali fattori di rischio, di cattiva salute e di morte prematura per le donne e le ragazze (OMS, 2002). In Europa si stima che 1 donna su 4 abbia subito una forma di violenza fisica e/o sessuale da parte del partner, o una violenza sessuale da parte di un altro uomo. In Italia sono 6 milioni e 788 mila, quasi 1 su 3 (31,5%), le donne tra i 16 e i 70 anni che riferiscono di aver subito una qualche forma di violenza fisica o sessuale, dalle forme meno gravi (come la molestia), a quelle più gravi come il tentativo di strangolamento o lo stupro (ISTAT, 2015).
La violenza nella coppia inizia da piccoli, gesti e parole, atteggiamenti, apparentemente innocui, che ripetuti possono diventare una spirale soffocante e pericolosa di incomprensione e rancore, dentro la quale, quasi senza accorgersene, si rimane intrappolati come in un labirinto.

 il labirinto della violenza sulle donne

14 - 25 novembre 2019
dalle ore 10 alle ore 14 e dalle ore 17 fino a fine eventi
Fabbrica del Vapore
Via Giulio Cesare Procaccini, 4 - Milano
INGRESSO GRATUITO

“Il Labirinto della violenza” è un percorso esperienziale che sarà montato alla Fabbrica del Vapore a Milano, dal 14 al 25 novembre in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

Nato dall’idea degli studenti dell’Istituto Europeo di Design, è stato poi sviluppato e realizzato da SVS DAD Onlus, Caritas Ambrosiana e Soccorso Violenza Sessuale e Domestica della Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico nell’ambito di un progetto realizzato per il Comune di Milano, che coordina la Rete Antiviolenza di Milano.

Entrando al suo interno, il pubblico potrà sperimentare il circolo vizioso in cui da un rapporto accettabile si passa all’abuso; verrà illustrato il tortuoso procedere di atti, frasi, sottintesi che si autoalimentano: tutti indizi sottili, spesso ambigui, che possono portare fino alle estreme conseguenze.

Chi è maltrattato spesso non riconosce i segni premonitori di un comportamento destinato a diventare violento e fuori controllo; e quando se ne accorge è già diventato difficile uscirne.

Per questo #stannefuori! Così recita il messaggio chiaro e forte di prevenzione rivolto in particolare ai più giovani.
Per coloro che invece si fossero già persi dentro il labirinto della violenza, è importante divulgare l’esistenza sul territorio di soggetti specializzati a cui potersi rivolgere per chiedere aiuto e trovare la via d’uscita, come i centri della  Rete Antiviolenza del Comune di Milano.

Il percorso proporrà anche il test di un libro gioco elaborato in collaborazione con il Politecnico di Milano e ATS Città Metropolitana di Milano che insegna a riconoscere i primi sintomi della violenza.

chi ha provato il labirinto racconta...

Un tuffo nella vita, un modo per far riflettere anche chi i segnali non li riconosce. Un’esperienza veramente forte e toccante. Grazie! 

Sabrina visitatrice labirinto

Sabrina

Visitatrice del labirinto

Molto bella l’idea del labirinto. Si esce più consapevoli e in questi casi la consapevolezza
è il primo passo per salvarsi.

Marta visitatrice labirinto

Marta

Visitatrice del labirinto

Grazie per avermi fatto riflettere, ancora una volta. Con una modalità nuova e originale su un tema tanto complesso. 

Luca visitatore labirinto

Luca

Visitatore del labirinto


Giocare contro la violenza di genere
Game for social change 

Seminario
20 novembre 2019
dalle ore 14.00 alle ore 15.30
Fabbrica del Vapore
Spazio Fattoria- Sala Teatro
Via Giulio Cesare Procaccini, 4 - Milano
INGRESSO GRATUITO

Verranno presentati i libri gioco prodotti nell’ambito del progetto “Il Filo di Arianna” realizzato da SVS DAD Onlus, Fondazione Caritas Ambrosiana, Politecnico di Milano e ATS Città Metropolitana di Milano.

Il progetto si colloca nell’ambito dello Studio del Gioco (Game Studies), in particolare configurandosi come Gioco per il Cambiamento Sociale (Game for Social Change): una pratica volta a utilizzare elementi ludici per stimolare la riflessione, l’apprendimento e il cambiamento su temi di natura sociale.

I libri-gioco raccontano due episodi della vita di Arianna, da adolescente prima e da giovane donna poi. Arianna vive esperienze relazionali apparentemente innocue e normali, scoprendone man mano aspetti pericolosi, imparando a riconoscere i segnali preliminari del ciclo della violenza di genere e trovando la strada per ottenere aiuto e proteggersi.

Le storie di Arianna, come detto, sono state pensate e scritte da professioniste esperte sui temi della violenza di genere nelle fasce d'età pre - e post - adolescenziale; la narrazione è stata impostata in modo tale da raggiungere due obiettivi di comunicazione precisi e distinti, rivolgendosi a ragazze e ragazzi.
Il primo obiettivo è di insegnare a riconoscere le situazioni di rischio, scoprire che esistono comportamenti tipici ricorrenti nelle situazioni di violenza di genere, connotati da segnali che la ricerca sul tema insegna essere preliminari; una volta in grado di identificarli e riconoscerli, i ragazzi possono vivere le loro relazioni con maggiore consapevolezza e chiedere aiuto prima che la violenza si attui.

Il secondo obiettivo comunicativo del progetto è insegnare ai lettori-giocatori dove andare e a chi rivolgersi per chiedere aiuto qualora una situazione di violenza di genere si verifichi.

I libretti di Arianna si chiudono presentando i Consultori e i Centri Antiviolenza, nonché indicando alcuni siti rilevanti come: www.stannefuori.it; www.reteantiviolenzamilano.it; www.netyx.it, .

chi ha provato il libro gioco racconta...

Ho provato personalmente il libro-gioco e mi ha aiutato a pensare a cosa davvero accade alle vittime di aggressione, lo consiglio vivamente!

Carlo studente

Marco

Studente

Ho utilizzato il libro gioco nelle mie classi. Ho notato che è stato un utile mezzi per stimolare importanti confronti tra gli alunni. E' un valido aiuto alla riflessione!

antonietta insegnante

Antonietta

Insegnante

Ho proposto il libro gioco nella mia scuola. I nostri alunni non sono grandi lettori e hanno accettato la sfida di seguire le storie. Molti sono rimasti colpiti...

Laura insegnante

Laura

Insegnante

Altri eventi in programma

LABORATORIO DI YOGA

Tenuto da Manuela Dell’Ovo
14 e 15 novembre 2019
dalle ore 13 alle ore 14
Spazio Fondazione (1°piano) -Fabbrica del Vapore
INGRESSO GRATUITO


LABORATORIO DI SCRITTURA AUTOBIOGRAFICA

Tenuto da Lilli Bacci
18 novembre 2019
dalle ore 17.30 alle ore 19.30
Spazio Fattoria- Fabbrica del Vapore
Via Giulio Cesare Procaccini, 4 - Milano
INGRESSO GRATUITO


VIOLENZA E MIGRAZIONE: APPROFONDIMENTO SULLA CULTURA LATINO- AMERICANA

CONVEGNO
20 novembre 2019
dalle ore 10.00 alle ore 13.00
Fabbrica del Vapore
Via Giulio Cesare Procaccini, 4 - Milano
INGRESSO GRATUITO


Violenza e religione
Presentazione libro
“Non solo reato anche peccato”

Convegno
22 novembre 2019
dalle ore 18.00 alle ore 19.30
Fabbrica del Vapore
Via Giulio Cesare Procaccini, 4 - Milano
INGRESSO GRATUITO

Anche le religioni sono contro la violenza di genere. Un incontro a più voci.
Scarica il depliant

Scopri i segnali premonitori della violenza sulle donne

Richiedi gratuitamente il libretto
LA VIOLENZA È UN LABIRINTO

La violenza sulle donne è un labirinto

Fai il test gratuito
MISURA IL TERMOMETRO DELLA TUA RELAZIONE

violenza sulle donne termometro della relazione quiz
comune di milano
ats logo
caritas ambrosiana logo
Farsi prossimo logo
politecnico logo
svs dad logo
svs logo
rete anti violenza milano